I° Auth. Partner in Italia
All'ANSA arriva il voto elettronico

All'ANSA arriva il voto elettronico

  29 gennaio 2005

All'ANSA arriva il voto elettronico

Durante l'ultimo trimestre del 2004 è stata progettata una piattaforma di votazione online, tramite la quale il CDR (http://www.cdransa.org) dell'ANSA (http://www.ansa.it) ha eletto il Comitato di redazione.

Tratto dal sito ufficiale CDR ANSA (http://www.cdransa.org)

"L'Assemblea generale del 12 ottobre 2004 ha infatti approvato il nuovo regolamento che introduce il voto elettronico. E' una sorta di svolta epocale, ci si passi il termine, per la rappresentanza sindacale dell'Agenzia. Le elezioni del CdR avevano sempre comportato tempi molto lunghi, procedure complesse e spese rilevanti. E troppo spesso, molti colleghi (soprattutto quelli all'estero) non riuscivano a far giungere in tempo le loro schede di votazione.

Nell'era di Internet, non si poteva non cogliere questa ghiotta occasione per snellire e accelerare le procedure di votazione e renderle accessibili a tutto il corpo redazionale. Già l'uso della posta elettronica, del resto, aveva portato una prima mini-rivoluzione che ha consentito una maggiore vicinanza tra rappresentanza sindacale e corpo redazionale grazie ad una più veloce e puntuale comunicazione delle informazioni.

Dopo una lunga indagine di mercato, grazie anche alla disponibilità e alla preziosa collaborazione di alcuni colleghi, siamo riusciti a trovare un software che rispondesse alle nostre esigenze di velocizzare le procedure, ridurre i costi e garantire la segretezza del voto.
"
....
"
Il programma che verrà fornito da Casaliggi è blindato per evitare infiltrazioni di possibili hacker e prevede che ci sia: 1) una sezione amministrativa protetta da username e password tramite la quale solo l'amministratore può eseguire tutte le procedure per le operazioni di voto 2) una sezione utente dove il giornalista, una volta registrato, potrà entrare ed inserire la propria preferenze che sarà unica. In particolare verrà realizzata una banca dati dove saranno inseriti i nomi dei candidati, dei votanti e delle votazioni.

La procedura di voto elettronico proposta per il rinnovo del Comitato di Redazione dell'Ansa e per le prossime consultazioni sindacali all'interno dell'Agenzia si ispira ai meccanismi elettorali tradizionali, con qualche variante dovuta allo specifico del mezzo elettronico. Qualsiasi PC dotato di collegamento a Internet - e al riparo da occhi indiscreti - può diventare una cabina elettorale. Per votare, infatti basta collegarsi on line al sito delle votazioni, registrarsi e attendere l'email di conferma con la password che consente l'accesso alla votazione vera e propria, in un'area protetta di quello stesso sito.

Una volta votato, la password viene annullata e non è più possibile accedere all'area della votazioni. I voti vengono raccolti automaticamente in un archivio elettronico protetto da una password criptata. Al termine delle votazioni si attiva il programma che consente di vedere i risultati dello spoglio elettronico. L'archivio viene poi memorizzato in un'area a parte, per essere conservato a futura memoria.

I vantaggi di questa procedura risiedono nel'accesso, possibile da qualsiasi luogo in cui ci sia un computer e un collegamento internet, dalla velocita' dello scrutinio,praticamente istantaneo, e dai costi ridotti. Il costo totale della procedura elettronica è non solo inferiore a quello di una votazione tradizionale (dai due ai quattro milioni delle vecchie lire), ma si paga una sola volta. I costi di mantenimento sono solo quelli del sito Internet, pari a poco piu' di un centinaio di euro.

Le garanzie di segretezza del voto sono ragionevoli: solo l'attacco diretto di un hacker molto bravo e in posesso di tutte le password del sito e del database (il che e' statisticamente improbabile) potrebbe compromettere la votazione. Ma anche le urne tradizionali potrebbero essere aperte in un momento di distrazione (e molto piu' facilmente).
 


Tag: ansa cdr ansa studio casaliggi web application backend script